Skip to main content

L'Alpha e il Beta: Demitizziamo Warren Buffett

Demitizziamo Warren Buffett

lunedì 21 maggio 2018

Warren Buffett è una leggenda ma nonostante i suoi inviti a poche e semplici regole, il suo approccio agli investimenti non è replicabile dal semplice risparmiatore

Il 10 maggio 1965 Warren Buffett acquisì la maggioranza del capitale della Berkshire Hathaway Inc., società tessile del New England in forte crisi. Raccontò in seguito che quell’operazione fu il suo primo errore, “benché sapessi che il suo settore, il tessile, fosse in crisi, mi convinse all’acquisto il prezzo molto conveniente”. Buffett era stato allievo di Benjamin Graham, insuperato teorico dello stile di investimento “value”, cioè, per dirla in modo semplice, la preferenza verso società il cui prezzo sia al di sotto del loro valore intrinseco. Il prezzo della Berskhire valutato dal giovane Buffett nel 1965 era conveniente in rapporto al valore degli asset, ma del tutto scollegato dai multipli, dalle prospettive di redditività.

Leggi l'articolo (pdf)
 








Disposizioni importanti di carattere legale

I dati esposti in questo documento hanno unicamente scopo informativo e non costituiscono una consulenza in materia di investimenti. Le opinioni e valutazioni contenute in questo documento possono cambiare e riflettono il punto di vista di GAM nell’attuale situazione congiunturale. Non si assume alcuna responsabilità in quanto all’esattezza e alla completezza dei dati. La performance passata non è un indicatore dell’andamento attuale o futuro.

Active Thinking

La Musa dei Mercati: Sulle ali dell’Intelligenza Artificiale

Massimo De Palma

I Soldi in Testa: Lezione N˚531

Prof. Paolo Legrenzi

LAlpha e il Beta: Storie di diversificazione

Carlo Benetti

L'Alpha e il Beta