Skip to main content

Thematic Thoughts – I vantaggi per l’Asia di una popolazione di 4,3 miliardi di persone

Nella serie Thematic Thoughts, mettiamo in evidenza idee e temi emergenti in materia di sostenibilità che potrebbero rappresentare opportunità di investimento.

08 settembre 2023

Le prossime sfide

In un mondo sempre più multipolare, c'è un motore che domina indiscutibilmente l'Oriente: una popolazione fiorente e diversificata di 4,3 miliardi di persone1.

L'Asia rappresenta il 30% della superficie terrestre ma ospita il 60% della popolazione globale. Ciò crea opportunità di grande impatto, che vanno dall'aumento della produttività al miglioramento dell'inclusione finanziaria, accanto a sfide come la crescente limitatezza delle risorse e la produzione di rifiuti.

Data la notevole diversità tra i Paesi della regione, sia dal punto di vista economico che sociale, non esiste una soluzione "unica" per una crescita economica sostenuta e responsabile.

Perché è importante?

È in corso l'annoso dibattito sulla crescita esponenziale della popolazione e sui crescenti timori che questa continui a superare i limiti del pianeta. Tuttavia, le prove dell'avvicinarsi del picco demografico stanno aumentando, soprattutto a causa del rapido calo dei tassi di fertilità in Oriente.

Prendendo come metro di paragone i tassi di fertilità degli Stati Uniti, dove la donna media ha 1,64 nati durante l'età riproduttiva, le principali economie asiatiche, che coprono 1,6 miliardi di persone tra Cina, Giappone e Thailandia, sono già ben al di sotto di questo tasso riproduttivo.

Per quanto riguarda gli altri Paesi della regione, le tendenze tendono ad essere piuttosto diverse. Il tasso di fertilità dell'Indonesia è attualmente pari a 2,19 e si è mosso in linea con l'attività economica. L'opposto si può dire dell'India, dove il tasso di fertilità è sceso a 2,05 con la crescita della ricchezza del Paese.

Grafico 1: Tasso di fertilità per Paese

 
Fonte: World Bank (2020) - Timelines Explorer - Data Commons

Con l'India che ha superato la Cina come Paese più popoloso del mondo, con oltre 1,4 miliardi di persone, di cui più della metà di età inferiore ai 30 anni, il potenziale di crescita nel prossimo decennio non può essere ignorato; non lo sono nemmeno le conseguenze indesiderate di questo tema strutturale.

Dopo un'estate di temperature record e una stagione dei monsoni ritardata, che ha fatto impennare i prezzi di colture essenziali come il riso (+21% su base annua) e i pomodori (+435% su base trimestrale) e ha portato a controlli sulle esportazioni, lo sviluppo sostenibile è al centro dell'attenzione.

L'India ospita la presidenza del G20 di quest'anno con il tema "Vasudhaiva Kutumbakam" o "Una Terra, una Famiglia, un Futuro", che si concentra sul valore e sull'interconnessione di tutta la vita sulla Terra. Poiché le emissioni pro-capite rimangono molto diverse tra l'Asia, ad esempio, e la Cina, e gli Stati Uniti e l'Europa, le emissioni pro-capite sono molto diverse. La Cina versus gli Stati Uniti e all'Europa, le discussioni sulla riduzione dei combustibili fossili e sui finanziamenti per i Paesi in via di sviluppo continuano a essere un punto critico in vista della COP28 del dicembre 2023.

Queste sfide portano con sé delle opportunità; insieme ai solidi numeri del PIL del Sud-Est asiatico di quest'anno, ai segnali di picco dei tassi e alla rapida espansione delle catene di approvvigionamento in tutta la regione, guidata dalle tensioni geopolitiche, le opportunità di investimento appaiono promettenti.

Quali opportunità dal punto di vista degli investimenti?

Uno degli effetti di una popolazione numerosa ed emergente è un cambiamento auto-rinforzante nei consumi, che va dai beni di base per la sopravvivenza come i condizionatori d'aria e i servizi igienici, alle due ruote elettriche, ai beni di lusso e ai servizi di viaggio guidati da chi spende con un meccanismo aspirazionale. Recenti studi di McKinsey prevedono una spinta al consumo valutata in 10.000 miliardi di dollari solo in Asia nel prossimo decennio e, nonostante il persistere dell'inflazione nel breve termine, questa tendenza sembra reggere bene in Asia (Cina esclusa) e si sta estendendo ai consumatori rurali.

Grafico 2: Vendite retail nominali in Asia (2Y CAGR)

 
Fonte: Morgan Stanley

Un'osservazione fondamentale da fare è non solo quali beni e servizi vengono acquistati, ma anche come vengono acquistati. Gli asiatici sono sempre più abituati a utilizzare e ad affidarsi alle piattaforme tecnologiche, data la seamless experience e gli incentivi all'acquisto ricorrente offerti da app come TikTok, Zomato e Shopee.

La spinta alla transizione dai combustibili fossili alle energie rinnovabili è un fenomeno globale, ma i Paesi asiatici in via di sviluppo hanno il vantaggio aggiuntivo di poter fare un balzo in avanti nello sviluppo per includere caratteristiche sostenibili fin dall'inizio, invece di adattare le infrastrutture esistenti. Questo aspetto è particolarmente importante nel momento in cui vengono pianificati e costruiti i centri economici e le città, e l'Indonesia e l'India ne sono un esempio chiave.

L'Indonesia sta per trasferire la sua capitale, che sta sprofondando, da Giacarta, sull'isola di Giava, a Nusantara, nel Borneo, entro il 2024, a causa dell'eccessiva estrazione di acqua dalle falde acquifere per i suoi 30 milioni di abitanti sovrappopolati, dell'innalzamento del livello del mare e dell'inquinamento insopportabile. La visione di una metropoli futuristica sta creando una domanda di appaltatori per ospitare 1,5 milioni di dipendenti pubblici, autobus elettrici per traghettare una popolazione residente stimata in 2 milioni di persone e servizi di consulenza sulla biodiversità per fornire consulenza sulle piantagioni forestali industriali che circondano la città in crescita e contrastare la deforestazione causata dalla cellulosa.

Sebbene sia inferiore al sostegno legato alla produzione dell'Inflation Reduction Act degli Stati Uniti, stimato in 390 miliardi di dollari, l'India ha concesso incentivi simili per 8 miliardi di dollari, che coprono la produzione di moduli solari, l'accumulo di batterie e l'idrogeno verde. Il ritmo della fase iniziale di costruzione delle infrastrutture legate all'idrogeno, per soddisfare il crescente fabbisogno energetico nazionale e le esportazioni, dipende in larga misura dai progressi tecnologici globali. La deflazione dei costi degli elettrolizzatori è dovuta principalmente all'efficienza della progettazione e alla diminuzione della dipendenza dai materiali delle terre rare, consentendo alle tecnologie europee e statunitensi di diffondersi in India e nel Sud-est asiatico per offrire costi di produzione più bassi e una maggiore diffusione dell'idrogeno verde.

Thematic Thoughts: The Upshot of 4.3 billion People chart 3 
Fonte: GAM Investments

Da un punto di vista sociale, la digitalizzazione ha permesso di migliorare l'inclusione e l'indipendenza finanziaria, sotto la spinta dei governi e dell'emergere di operatori fintech che hanno guadagnato popolarità durante i lockdown dovuti al Covid-19. I rilevamenti del Global Findex Database dimostrano un crescente utilizzo dei pagamenti digitali nei Paesi in via di sviluppo, con un tasso di partecipazione in crescita dal 35% nel 2014 al 57% nel 2021. Un fattore chiave per migliorare l'accesso finanziario è la suddivisione delle transazioni in piccole quantità, che si sta già verificando nei settori dei pagamenti, delle assicurazioni e degli investimenti alternativi in tutta la regione.

Quando si tratta di gestire una popolazione numerosa e diffusa, una solida strategia digitale a livello governativo è fondamentale. Ciò è particolarmente evidente con gli sviluppi della partership tra pubblico e privato dell'India Stack, l'ambizioso progetto di creare una piattaforma software unificata per portare la popolazione indiana nell'era digitale. A partire dal sistema di identificazione biometrica Aadhaar, istituito oltre 10 anni fa e che registra oltre 1,3 miliardi di persone, il governo Modi ha lanciato una serie di sistemi digitali che consentono di effettuare pagamenti, transazioni governative, registrazioni sanitarie e archiviazione di documenti. I pagamenti digitali sono sostenuti dalla Unified Payments Interface (UPI) e supportati da oltre 350 banche nazionali e globali, in rapida crescita fino a diventare la quinta rete di pagamenti digitali al mondo per volume. Questo non solo porta le piccole imprese online, ma apre anche opportunità per gli operatori privati del commercio elettronico sul mercato. L'adozione della rete UPI è favorita dalla penetrazione degli smartphone, che attualmente si aggira intorno al 60%, e dall'accesso a una connessione Internet affidabile e conveniente, resa possibile da prodotti come Jio di Reliance Industries.

Questi sono solo alcuni esempi delle numerose opportunità che stanno sorgendo in tutta la regione e che permetteranno a un'ampia e crescente fetta della popolazione mondiale di accedere a prodotti finanziari vitali che potrebbero fornire una rete di sicurezza, consentendo alle famiglie con reddito medio-basso di spendere una ricchezza crescente in nuovi lussi sostenuti da un'economia più sostenibile.

Sulla base della definizione e delle statistiche della Banca Mondiale per l'Asia meridionale e l'Asia orientale e il Pacifico.
Avvertenze e informazioni importanti
Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a titolo puramente informativo e non costituiscono una consulenza di investimento. Le opinioni e le valutazioni contenute nel presente documento possono cambiare e riflettono il punto di vista di GAM nell'attuale contesto economico. Non si assume alcuna responsabilità per l'accuratezza e la completezza delle informazioni contenute nel presente documento. Le performance passate non sono un indicatore delle tendenze attuali o future. Gli strumenti finanziari citati sono forniti a scopo puramente illustrativo e non devono essere considerati un'offerta diretta, una raccomandazione di investimento o una consulenza di investimento o un invito a investire in qualsiasi prodotto o strategia di GAM. Il riferimento a un titolo non costituisce una raccomandazione ad acquistare o vendere quel titolo. I titoli elencati sono stati selezionati dall'universo dei titoli coperti dai gestori di portafoglio per aiutare il lettore a comprendere meglio i temi presentati. I titoli inclusi non sono necessariamente detenuti da alcun portafoglio, non rappresentano alcuna raccomandazione da parte dei gestori di portafoglio né una garanzia di realizzazione degli obiettivi.

Questo materiale contiene dichiarazioni previsionali relative agli obiettivi, alle opportunità e alla performance futura del mercato statunitense in generale. Le dichiarazioni previsionali possono essere identificate dall'uso di parole come "credere", "aspettarsi", "anticipare", "dovrebbe", "pianificato", "stimato", "potenziale" e altri termini simili. Esempi di dichiarazioni previsionali sono, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le stime relative alle condizioni finanziarie, ai risultati delle operazioni e al successo o meno di una particolare strategia di investimento. Tutte sono soggette a vari fattori, tra cui, a titolo esemplificativo, le condizioni economiche generali e locali, l'evoluzione dei livelli di concorrenza all'interno di determinati settori e mercati, le variazioni dei tassi d'interesse, le modifiche legislative o regolamentari e altri fattori economici, competitivi, governativi, normativi e tecnologici che influenzano le operazioni di un portafoglio e che potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano materialmente dai risultati previsti. Tali dichiarazioni sono di natura previsionale e comportano una serie di rischi noti e ignoti, incertezze e altri fattori e, di conseguenza, i risultati effettivi potrebbero differire materialmente da quelli riflessi o contemplati in tali dichiarazioni previsionali. Si invitano i potenziali investitori a non fare eccessivo affidamento su dichiarazioni o esempi previsionali. Nessuno di GAM o delle sue società affiliate o principali, né nessun altro individuo o entità si assume l'obbligo di aggiornare le dichiarazioni previsionali a seguito di nuove informazioni, eventi successivi o altre circostanze. Tutte le dichiarazioni contenute nel presente documento si riferiscono esclusivamente alla data in cui sono state rilasciate.

Meera Patel

Senior Manager - Sustainable and Thematic Investment
Approfondimenti

Contattaci – Ci piacerebbe ricevere il tuo parere

Articoli correlati

Small&Mid Cap europee: sono insolitamente convenienti rispetto al resto del mercato?

Niall Gallagher

La decarbonizzazione dell’Europa: la spinta a net zero fa bene al mercato azionario europeo

Niall Gallagher

Banche europee – gli investitori danno credito a chi lo merita

Niall Gallagher

Opinioni d'investimento

Contatto

Per contattare il team locale di riferimento, seleziona il tuo Paese di domicilio o visita la sezione Contatti e Sedi.