Skip to main content

I Soldi in Testa n.215

Sorprese, consulenti, robot advisor, gestione dei risparmi.

giovedì 16 marzo 2017

Per concludere con le sorprese, e su come queste devono venire utilizzate per mostrare ai clienti le funzioni insostituibili di un consulente. Rispetto al senso comune ci sono le sorprese “classiche”, quando cioè siamo a un punto di svolta, al cambiamento di una tendenza che si era confermata a lungo, anno dopo anno, consolidandosi così nelle menti anche degli esperti.

Leggi articolo (pdf)








Disposizioni importanti di carattere legale

I dati esposti in questo documento hanno unicamente scopo informativo e non costituiscono una consulenza in materia di investimenti. Non si assume alcuna responsabilità in quanto all’esattezza e alla completezza dei dati. Le opinioni e valutazioni contenute in questo documento rappresentano la situazione congiunturale attuale e possono subire cambiamenti. GAM non è parte del Gruppo Julius Baer.

Prof. Paolo Legrenzi

Laboratorio di Economia Sperimentale Paolo Legrenzi (Venezia, 1942) è professore emerito di psicologia cognitiva presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove coordina il Laboratorio di Economia Sperimentale nato dalla partnership con GAM. È membro dell’Innovation Board della Fondazione Università Ca’ Foscari.

Articoli correlati

I Soldi in Testa: Lezione N˚546

Prof. Paolo Legrenzi

LAlpha e il Beta: Questioni irrisolte

Carlo Benetti

I Soldi in Testa: Lezione N˚545

Prof. Paolo Legrenzi

I Soldi in Testa